Ristorante

Corte del Lupo

Ristorante Corte del Lupo esterno

Nasce come Enoteca con Ristoro in quel borgo-balcone affacciato sulle colline, sulla pianura e via, via, fino alla catena delle Alpi che è Golferenzo, in Valle Versa. Aderisce all’Alleanza Slow Food, un patto fra cuochi e piccoli produttori per promuovere i cibi buoni, puliti e giusti del territorio e salvare la biodiversità.

All’interno, solo dieci tavoli, un camino e un grande bancone dietro cui sono esposte le tante bottiglie di Gin, fiore all’occhiello, una collezione selezionata con cura e in continua espansione. Alle pareti, scaffalature con i vini della carta e quadri di pittori italiani contemporanei, un artista diverso ogni mese, come in un percorso immaginario fra i tempi della vigna e l’arte. Pezzo forte della location è il giardino, nel cuore del borgo medievale, un grande prato circondato da mura antiche con una veduta che merita il viaggio.

Nel menù si leggono prodotti locali, presidi Slow Food, prodotti dell’Arca del Gusto e i nomi dei produttori che li forniscono, la cucina nazionale li esalta. Si tratta, tuttavia, principalmente di un’enoteca: nella carta dei vini si trovano tante etichette di cantine che hanno contribuito a rendere l’Oltrepò un’eccellenza, ma la ricerca di vignaioli emergenti, che possano raccontare i territori attraverso i loro prodotti, spazia in tutta Italia e non solo.

Servizi

  • Ristorazione
Ristorante Corte del Lupo interno