Ristorante

Enolocanda

Agriturismo Enolocanda

Si chiama Enolocanda perché i patron producono vini e perché il concetto è quello della locanda d’antan, un luogo sosta dove poter mangiare e pernottare in cinque camere ristrutturare in una vecchia casa di collina.

Affascinante è la strada per raggiungerla, i tre km più incredibili della zona che, dalla pianura di Santa Giuletta, portano alla frazione Castello, in un dipanarsi di pampini e vedute.

E la veduta, distesa sotto la terrazza all’aperto, affacciata sulla corona delle Alpi, sui grigi palazzi di Milano, sul cupolone di Pavia, è l’incommensurabile valore aggiunto di un’esperienza calda, morbida di attenzioni e insolita.

Tra le proposte alla carta (poche portate preparate al momento utilizzando prodotti a km 0) compaiono le Tagliatelle di Santa Giuletta, un primo piatto tanto semplice quanto sontuoso nel concerto di sapori, che la tradizione vuole legate alla battaglia di Montebello del 20 maggio 1859.

I vini sono quelli di Stefano Milanesi, istrionico, iconico enoartigiano che, nel poco tempo d’avanzo di vigne e cantina, supporta la moglie Simona, il socio Claudio, e i giovani collaboratori, in questa avventura.

Servizi

  • Ristorazione
  • Pernottamento
Agriturismo Enolocanda
Enolocanda
ristoranti

Enolocanda